Come preparo l’Henné?

Ciao Ragazzi!
Oggi vi mostrerò come preparo l’henné, come vi anticipai quando abbiamo parlato dei miei henné preferiti .

Prima di tutto tenete conto che il vostro composto dovrà avere il tempo di ossidarsi, cioè di reagire con un liquido acido che può essere o succo di limone o aceto (o entrambi).
Questa fase è molto importante affinché il risultato della vostra tinta sia ottimale. Spesso  ho notato che su molte confezioni non ci sia nemmeno scritto tra il metodo di preparazione, ma per esperienza vi consiglio di farlo con tutti i vostri henné.

Il tempo di ossidazione va da un minimo di 2 ore a un massimo di 8.

E’ per questo che solitamente lo preparo la sera e lo metto su la mattina, lasciando il composto ossidare per tutta la notte coperto da una pellicola trasparente.
Ma ora passiamo al procedimento! 😉
Munitevi di oggetti che non siano in metallo, né la polvere né il composto dovranno entrare a contatto con oggetti ferrosi. Una vaschetta vuota di gelato e un mestolo o un cucchiaio di legno andranno benissimo.
Se non avete una vaschetta da gelato , compratela e svuotatela! eheheheheh! 😀
Mettete la polvere o il mix di polveri nel contenitore in plastica , a questo punto io aggiungo sia aceto che succo di limone. Molti consigliano di utilizzare il limone per un “rosso più caldo”, mentre l ‘aceto per un “rosso più freddo”.
Io li aggiungo entrambi e non se ne parla più 😀
Aggiungo il succo di due limoni grandi, presi direttamente dal mio alberello, e aceto di arancia che ho sempre pronto all’occorrenza che preparo facendo macerare la buccia di arance con aceto di mele per circa 2 settimane. Ne aggiungo tanto finché tutta la polvere risulti bagnata.
Più o meno così, per intenderci.2016-06-09-17-02-38-593Talvolta aggiungo un cucchiaino di cannella, uno di curcuma e uno di zenzero.
Tutte spezie dai colori caldi e che apportano benefici al microcircolo del cuoio capelluto promuovendo la crescita dei capelli. (Attenti solo a non esagerare nelle dosi, soprattutto con la cannella e lo zenzero poiché potrebbero risultare urticanti e irritanti!).
Fatto ciò, passo all’infuso con cui mescolare il tutto.
Di solito varia, a seconda anche di quello che ho in casa. Ciò che non mancano mai sono le foglie e i fiori di lavanda, rametti di rosmarino e alloro, dato che li prendo direttamente dalle mie piantine 🙂
Già così andrebbe bene, ma aggiungo anche le bucce dei limoni che ho premuto precedentemente e una bustina di thé o una tisana ai frutti rossi, che non mancano mai in casa mia.
Faccio bollire l’acqua, spengo il fuoco e aggiungo le erbette.
Lascio in infusione per circa 15 minuti, colo e aggiungo alla polvere.
2016-06-09-17-02-53-202
Ora munitevi di pazienza e mescolate il tutto fino a che il composto risulti omogeneo e senza grumi.
Terminato ciò, lascio ossidare nella vaschetta con un coperchio. Se è inverno, meglio in un posto caldo della casa.
L’indomani il vostro henné sarà pronto! 🙂
Potete ora metterlo sui vostri capelli o umidi o asciutti (meglio se puliti).
Io lo metto sempre dopo aver fatto lo shampoo con un prodotto bio senza utilizzare il balsamo , che metterò dopo che ho risciacquato i capelli dall ‘henné che ho tenuto in posa dalle 2 alle 3 ore con una cuffietta da doccia.
Questo è tutto ragazzi, questo è come preparo io l’henné.
Voi? Come fate? Avete qualche trucchetto?
Spero di esservi stata utile.


A presto,

Agnese.

Annunci